PROBLEMI/SOLUZIONI

PRINCIPALI PROBLEMI

Molti sono i motivi che possono spingere le aziende a dotarsi di una sofisticata struttura di credit management. Ne citiamo solo alcuni:

 

– Aziende con elevata esposizione commerciale desiderose di migliorare il proprio cashflow
– Aziende che per necessità o per cultura desiderano avere un controllo effettivo dei crediti e relativi rischi

– Aziende che attraverso la valutazione del rischio e del comportamento credito dei clienti, vogliono costruire il proprio futuro su solide basi, investendo su quei clienti che grazie ad un andamento regolare, possono garantire il ritorno economico

– Chi desidera ottimizzare i processi del ciclo attivo allo scopo di essere più efficace risparmiando

– Chi dei clienti non desidera sapere solo quanto acquistano, ma se potranno farlo ancora in futuro.

 

Dotarsi di una struttura di credit management adeguata alle necessità è alla portata di qualsiasi Azienda. Molto spesso l’investimento si recupera già nel primo esercizio grazie alle minori perdite e all’ottimizzazione di processi e risorse.

 

Inoltre le aziende che decidono di investire in Credit Efficiency introducono un nuovo processo finalizzato al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia della propria attività, quindi innovano a tutti gli effetti. L’innovazione passa attraverso l’adozione di strumenti e tecnologie, oltre a un modello organizzativo nuovo – Credit Efficiency – capaci di apportare una reale innovazione di processo. Tutto questo rientra nella definizione recepita dalla legge finanziaria di ricerca e sviluppo. L’investimento può essere notevolmente ridotto grazie all’incentivo a fondo perduto introdotto nel 2015 come credito di imposta.

SOLUZIONI

ASSESSMENT per individuare le aree dove si deve intervenire, comprendere necessità e aspettative. Diviso in 4 fasi:

– incontri individuali con gli owner dei processi aziendali legati al credito, stesura dell’as-is e codifica di obiettivi e necessità

– creazione di una matrice e verifica con gli owner

– individuazione degli interventi

– presentazione e condivisione del report

 

CONSUELING sulla base dell’assessment si passa ad un piano di azione condiviso, con individuazione di tempi, modi e obiettivi.

 

TEMPORARY MANAGEMENT dove occorre è possibile avere il consulente in staff per un periodo concordato, direttamente o per il tramite delle migliori società di contract management.

Scrivici per qualsiasi informazione o necessità. Ti risponderemo il prima possibile !

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search